Diversi metodi di trapianto dei capelli

diversi metodi di trapianto dei capelliCome noto, esistono diversi metodi di cura e di trapianto di capelli, in grado di rispondere alle più specifiche esigenze.

Consulenti esperti, sulla base del caso concreto, potranno pertanto individuare nella gamma di potenziali metodi le soluzioni più utili per evitare la perdita dei capelli, sia che riguardi zone circoscritte, sia che invece concerna aree più ampie di calvizie.

È ben noto come il trapianto di capelli possa aiutare a riacquisire un aspetto più giovane e sano ad un soggetto che già soffre di calvizie. Il trapianto potrà avvenire con capelli naturali o con capelli artificiali, e con metodi di chirurgia alternativi, come ad esempio la riduzione del cuoio capelluto.

Ad ogni modo, il trapianto dei capelli è in genere la soluzione più elegante, naturale e permanente. I due metodi generali di trapianti di capelli sono la c.d. “estrazione follicolare” e il metodo Strip, più tradizionale, in grado di comportare il taglio con un bisturi di una striscia di pelle dall’area donatrice di circa 2 x 10 cm. La pelle viene poi tagliata in piccoli innesti che contengono i follicoli dei capelli e gli innesti piantati nelle aperture della zona ricevente.

Nel trapianto di capelli con metodo alternativo ad estrazione follicolare, con moltiplicazione dei capelli, gli innesti sono microscopici, di lunghezza pari a 0,65-0,75 millimetri. La guarigione della zona donatrice avviene entro 2 settimane e con poco disagio: la guarigione è rapida e gli innesti si inseriscano perfettamente nelle aperture, garantendo l’assenza di cicatrici. I follicoli si possono rigenerare rapidamente, e possono essere quindi riutilizzati di nuovo per permettere la moltiplicazione dei capelli.

Come per tutti gli interventi di chirurgia estetica, anche in questo caso la soluzione migliore non può che passare attraverso una consulenza specifica con un medico esperto: nel caso di dubbi, vi consigliamo di rivolgervi a due differenti consulenti, che possano servire da second opinion.

Lascia un commento